Translate

giovedì 16 maggio 2013

SCELTE SHELL


(16/5/2013) – Vi sottopongo due decisioni della Shell che, a suo modo, affronta la crisi che comporta uninevitabile contrazione dei consumi. In Italia, la compagnia petrolifera anglo-olandese sta valutando la cessione della rete distributori di benzina (sono 870) ma non solo. Il ragionamento comprende anche i punti rifornimento negli aeroporti. La potenziale cessione – viene precisato – è in linea con la strategia Shell volta a concentrare le attività globali del business downstream dove queste possono essere più competitive. Poi un più tranquillizzante: L’Italia continua ad essere un Paese importante per Shell”. In Germania ha invece ha cominciato a far pagare – in 100 delle sue 2200 stazioni di servizio – il gonfiaggio delle gomme, dicono per evitare il furto delle relative apparecchiature. Mah! Un euro, il servizio. Questa estate si deciderà se estendere il provvedimento a tutta la rete ma l'Adac, l’Automobil Club tedesco, storce il naso: cè il rischio che si viaggi con gli pneumatici sgonfi per risparmiare anche quelleuro… (prepariamoci in Italia).

Nessun commento:

Posta un commento