Translate

lunedì 6 maggio 2013

LOEB SPENNA OGIER AL RALLY DI ARGENTINA


(6/5/2013) - Che duello al Rally di Argentina tra i due amici-nemici transalpini dal nome comune, Sebastien: Loeb e Ogier! Alla fine l’ha spuntata Loeb su Citroen – per l’ottava volta primo nel Paese sudamericano - che ha ridimensionato il pimpante portacolori della Volkswagen dopo tre vittorie consecutive in Svezia, Messico e Portogallo (alla gara inaugurale del WRC a Montecarlo era stato invece ancora il pluricampione ad imporsi). Dopo le prime cinque tappe, sembrava che Ogier potesse comandare le danze ma un’uscita di strada e una foratura lo hanno rallentato. Loeb, da buon indomito Cannibale, aveva nel contempo una missione precisa e l’ha portata a termine: “C’è stato un certo divario con Ogier ma nulla era perso. Dovevamo invertire la tendenza ed è quello che abbiamo fatto. Il venerdì ho spinto per fare pressione sul leader. La strategia consisteva nel non preservare nulla. Non avevamo alternative. Certo, a volte ci sono sorprese con massi lasciati da altre auto, ma siamo stati in grado di evitare queste trappole”. Ogier cala invece un po’ le arie: "La cosa più importante era di finire il rally con buoni punti e rimanere in testa. Ma, naturalmente, alla fine c’era un po’ di frustrazione. Sappiamo che la vettura è molto giovane e purtroppo, per battere Seb è necessario non solo un buon ritmo, ma essere consistenti e non avere problemi. Noi ne abbiamo avuti un po’ troppi in questo fine settimana”. In classifica, Ogier è in testa con 54 punti, mentre la Volkswagen ha 14 punti di vantaggio sulla Citroën nel Campionato Costruttori. Loeb si gode il suo 78° successo, l’ultimo su terra: come da programma (solo quattro gare nel 2013) tornerà ad ottobre, per il Rally di Francia e sicuramente tra i due galletti saranno ancora scintille.

Nessun commento:

Posta un commento