Translate

martedì 21 maggio 2013

LA FERRARI FA GLI SCONGIURI. Non vince a Montecarlo da 11 anni



(21/5/2013) - La Ferrari fa gli scongiuri e punta decisamente al ritorno sul gradino più alto del Gran Premio di Monaco che a Maranello non esitano a definire “anacronistico” ma che, proprio per questo, “non perde il suo fascino”. La vittoria si attendere: l’ultimo successo della Rossa nel risale al 2001, quando fu addirittura doppietta con Michael Schumacher e Rubens Barrichello. “Da allora in avanti mai una Ferrari è riuscita a passare per prima sotto la bandiera a scacchi, neanche negli anni in cui la superiorità tecnica sembrava essere indiscutibile, come nel 2002 e nel 2004, ricordano testualmente da Maranello. Certo, nelle undici edizioni successive sono arrivati i piazzamenti sul podio (due volte il secondo posto, sei volte il terzo) ma quando tutto sembrava fare da preludio ad un nuovo  trionfo il diavolo ci ha messo lo zampino. E’ il caso, per esempio, dell’incidente occorso ad Alonso nelle libere del sabato mattina nel 2010. Lo spagnolo, che ammise il suo errore, finì contro le barriere all’inizio della sessione e il telaio ne risultò irrimediabilmente danneggiato. Fernando dovette rinunciare alle qualifiche ma in gara fu protagonista di una clamorosa rimonta che lo portò dalla pit-lane al sesto posto. Un’impresa simile, con un risultato finale migliore di una posizione, la compì Michael Schumacher nel 2006. Anche il tedesco partì dai box dopo la retrocessione all’ultimo posto delle qualifiche in seguito al famoso episodio della Rascasse (Schumi si piantò lì ma fu accusato di aver sbagliato apposta la curva per bloccare i concorrenti e ne pagò le clamorose conseguenze) e riuscì a risalire fino alla quinta posizione. La pole a Monaco è praticamente tutto: per ben 26 volte su 59 edizioni della gara del Principato chi è partito al palo ha poi vinto. Dal 2004 al 2012 soltanto in un’occasione un pilota in detta condizione non è riuscito ad imporsi: Felipe Massa (!), in pole nel 2008. La partenza avvenne sul bagnato e alla fine vinse l’inglese Hamilton con Felipe terzo. Sono rimaste quindi otto le vittorie della Scuderia nel Gran Premio di Monaco. Ad eccezione della prima, conquistata da Maurice Trintignant nel 1955, tutte le altre sono raggruppate in due cicli storici ben definiti. Dal 1975 al 1981 la Ferrari vinse quattro volte: due con Niki Lauda (1975 e 1976), una ciascuno con Jody Scheckter (1979) e Gilles Villeneuve (1981). Dovettero passare 16 anni per rivedere una Rossa trionfare nel Principato: nel 1997 Schumacher ottenne il primo dei suoi tre successi a Monaco da ferrarista (nel 1996 esagerò sulla pista bagnata e andò a sbattere), seguito dalle doppiette del 1999 con Irvine e del 2001. Curiosamente, di queste otto vittorie solo una, la seconda di Lauda, è stata ottenuta in un anno pari. Sempre a Maranello concludono allora così: “Visto che siamo nel 2013 forse è il caso di incrociare le dita!

Nessun commento:

Posta un commento