Translate

mercoledì 15 maggio 2013

DUCATI, A LE MANS OCCORRE CAMBIARE PASSO. I responsi dei test di Jerez e al Mugello


(15/5/2013)La Ducati fa rotta verso Le Mans. Dovizioso lo ritiene un circuito favorevole alla Ducati e a lui. Certo, si era detto che il 2013 sarebbe stato un anno di transizione ma il piatto piange davvero: il romagnolo e Hayden finora non sono stati mai protagonisti, costretti, abbastanza mogi, ad assistere da lontano alle spettacolari acrobazie di Marquez, Pedrosa e Lorenzo. Ma vediamo come il team ha preparato il prosieguo del campionato. Dopo Jerez, i test ufficiali IRTA sullo stesso circuito hanno fornito ai due titolari l’occasione per provare la Desmosedici GP13 "laboratorio" che il collaudatore Pirro – in Francia sarà ancora della partita visto il perdurare dei guai che affliggono Spiess - aveva per la prima volta svezzato in gara. “Abbiamo potuto fare il confronto con la mia moto abituale- ha rilevato Dovizioso -  e il tempo sul giro non è stato affatto male. Inoltre il problema d’inserimento è un po’ migliorato, soprattutto nelle curve veloci. Questo è il primo cambiamento vero di quest'anno e, anche se non è grande come speravo, va nella direzione giusta". Buone sensazioni anche per il “ragazzo del Kentucky: “Lo sviluppo sta procedendo nella direzione giusta. L’inserimento in curva è più facile, e questo aiuta anche a migliorare la percorrenza. Spero che i dati raccolti oggi siano utili per continuare a migliorare la nostra moto". Parola infine al Direttore Generale Ducati Corse, Bernhard Gobmeier: 


Rispetto alla GP13 del Ducati Team, questa moto ha un telaio diverso ed alcune altre modifiche tese a migliorare l’erogazione del motore, oltre a qualche aggiornamento dell'elettronica. Questo è solo un primo passo nel nostro programma di sviluppo, ma ci ha confermato che il lavoro svolto finora è andato nella direzione giusta. I tempi segnati da entrambi i piloti sono stati abbastanza buoni, e l’inserimento e la percorrenza in curva sono migliorati. Ora andiamo al Mugello, dove Michele Pirro e Franco Battaini proveranno altri aggiornamenti, mentre Andrea e Nicky si concentreranno sul lavoro di set-up delle loro GP13 per preparare la gara di giugno". Dopo Jerez, il lavoro sul setup della Desmosedici GP13 è continuato al Mugello (Franco Battaini ha continuato lo sviluppo della versione "laboratorio" ) ed anche qui responsi comunque utili in vista della gara di casa che per la Ducati probabilmente segnerà una sorta di spartiacque stagionale. Dovi: “Dobbiamo migliorare come passo, anche se è difficile parlare di tempo perché non avevamo riferimenti. Io penso che questa pista si adatti meglio alle caratteristiche della Ducati". Hayden: “Abbiamo potuto lavorare sul telaio e sulle geometrie, le soluzioni che volevamo provare alle prime tre gare, oltre a qualche modifica al pacchetto elettronico”. Parola finale a Michele Pirro: "Sono stati due giorni di test utili in vista del Gran Premio di Le Mans, ma soprattutto per quello successivo che si svolgerà qui al Mugello. Grazie alle condizioni meteo favorevoli abbiamo avuto alcune risposte interessanti sul comportamento della moto”. Domenica Le Mans.

Nessun commento:

Posta un commento