Translate

lunedì 13 maggio 2013

ALONSO DOUBLE FACE

Alonso festeggia la vittoria in Spagna accanto ai genitori

(13/5/2013) – E’ stato un week end davvero intenso per Fernando Alonso. Finalmente è riuscito a vincere a Barcellona, a casa sua, e come d’incanto il nervosismo si è tramutato in gioia, dimostrata sventolando nel giro d’onore la bandiera spagnola. Per questo è stato messo sotto inchiesta dai commissari FIA (!) reo di “aver raccolto un oggetto in pista”… Ma è solo l’ultimo episodio della movimentata trasferta spagnola. Fernando aveva cominciato spintonando un fotografo che intendeva immortalarlo con la sua ragazza Dasha e che ha sporto denuncia per la caduta e la rottura dell’apparecchio fotografico. Poi le qualifiche durante le quali l’asturiano non ha mancato di “punzecchiare” la squadra per aver “svelato” le novità portate per l’occasione. Il deludente responso della Q3 non aveva certo rasserenato gli animi: lui ha subito puntato l’indice sulla macchina, c’è chi dice sia lui ad aver sbagliato il giro decisivo. In gara è andato tutto bene, a parte quel principio di foratura che poteva davvero far precipitare tutto. Immaginate, dopo Sepang e il Barhain, se lo pneumatico posteriore destro fosse esploso, lontano dal box… Ma, come si dice, tutto è bene quel che finisce bene: “Ringrazio il supporto di tutti e la squadra per aver fatto un lavoro fantastico. Dopo una qualifica non facile tutto ha funzionato alla perfezione, partenza, strategie, pit-stop, gestione degli pneumatici. Da adesso in poi dobbiamo riuscire a mantenere un rendimento costante e guadagnare più punti possibile perché sappiamo bene di non essere i più veloci e per migliorare in molti stanno lavorando notte e giorno in pista e a Maranello”. E’ stato bello, alla fine, vederlo festeggiare sereno, con la squadra e accanto ai suoi genitori.

Nessun commento:

Posta un commento