Translate

mercoledì 15 maggio 2013

1000 MIGLIA 2013, CI SONO COULTHARD E WENDLINGER (e un premio Oscar)

(15/5/2013) - Parte domani (stasera cena di gala), come sempre da Brescia, la 31^ edizione della Mille Miglia storica. Attraverserà 198 comuni – venerdì 17 maggio a Roma con ingresso in città dalla via Flaminia nuova, controllo orario in viale Tor di Quinto e sfilata davanti Castel Sant'Angelo - e dopo 1600 km, domenica 19 maggio, si concluderà di nuovo nella città lombarda con i festeggiamenti e le premiazioni. L’accurata selezione porta quest’anno al via 410 splendide vetture, per un totale di 31 paesi rappresentati (Italia in primis con 136 conducenti, seguita da tedeschi, inglesi, svizzeri e americani). Le marche più rappresentate sono Mercedes e Alfa Romeo con 35 auto, seguite da Fiat con 26, Lancia con 25, Ferrari con 24, Aston Martin, Jaguar e Porsche con 20 vetture ciascuno, Bugatti con 17, Maserati 16 e Bmw 15. Ma come sempre la rievocazione riserva pagine di glamour e anche quest’anno non mancano protagonisti ben noti provenienti da vari mondi. Ci sono ex piloti di F.1 come David Coulthard e Karl Wendlinger schierati dalla Mercedes e Hans-Joachim Stuck con una Porsche; il golfista Colin Montgomerie con l'ex rallysta Christian Geistdoerfer si cimenteranno invece sotto le insegne della Bmw. Un colpaccio dell’organizzazione è  il tre volte premio oscar Daniel Day Lewis (l’Abramo Lincoln) che sarà copilota su una Jaguar del 1953.  La Ferrari rende un simbolico omaggio alla storica corsa che tanto ha contribuito al consolidamento della sua leggendaria storia e la prima auto della manifestazione sarà preceduta un'ora e mezzo prima dell'arrivo nelle varie località dalle 75 Ferrari del Ferrari Tribute. Nella notte dell'arrivo della Mille Miglia 2012, un forte terremoto colpì la parte sudorientale della Pianura Padana. Fu immediatamente deciso che l’edizione 2013 avrebbe reso omaggio a quelle terre e alle persone, così vicine al percorso e alla storia della gara, che erano state colpite. Per questo la testimonial sarà Jessica Rossi, emiliana che ben conosce gli effetti del terremoto, vincitrice dell’oro al tiro al piattello alle Olimpiadi di Londra.


Nessun commento:

Posta un commento