Translate

venerdì 12 aprile 2013

MASSA IN GRANDE FORMA INSIDIA ALONSO



(12/4/2013) - Se domani, al termine della qualifiche ufficiali per il Gran Premio di Cina, Felipe Massa risulterà più veloce di Alonso, sarà il primo compagno di squadra del pilota spagnolo capace di avere la meglio su Fernando per cinque volte di fila: “Onestamente non ci ho mai pensato. Tutto quello che posso dire è che sono contento del mio inizio di stagione e voglio continuare così. Non è questa statistica che mi soddisfa. Quello che mi piace è andare bene e sentirmi a mio agio nella monoposto. Questo genere di numeri dà solo problemi. Voglio semplicemente continuare a fare un buon lavoro”. Intanto, nelle libere odierne (22 i gradi di temperatura e 31 quelli dell’asfalto), ha ottenuto il miglior tempo nella seconda sessione con il crono di 1.35.340, precedendo Kimi Raikkonen (1.35.492) e Fernando Alonso (1.35.755). Sia Massa che Alonso hanno iniziato la sessione con pneumatici a mescola media, completando il lavoro di valutazione di nuove componenti aerodinamiche e le consuete prove di set-up. Poi tutti hanno montato gli pneumatici a mescola Soft - al loro debutto assoluto nel campionato 2013 - che consentito miglioramenti dei rilievi cronometrici sul singolo giro di quasi due secondi. Ma a prevalere è stato Felipe, a conferma di uno stato di forma e di affiatamento con la F138 davvero invidiabile. “Ho avuto da subito un buon feeling con la macchina e anche se all’inizio non ero completamente soddisfatto per il comportamento della mescola media e non eravamo veloci come i nostri avversari, i tempi erano comunque buoni. Quando ho montato le Soft....


la macchina è migliorata molto e questo mi ha permesso di segnare il miglior tempo della giornata. E’ stato impressionante, esattamente come guidare due macchine differenti… Come passo di gara siamo stati competitivi, la macchina si è comportata bene con entrambe le gomme e il degrado non è stato eccessivo, anche se la maggiore usura delle Soft rispetto alle Medium costituirà un fattore determinante nella scelta della strategia. Mi sento fiducioso e spero che il fine settimana continui in questa direzione”. Vedremo. Ma cosa pensa Felipe dei recenti fatti che hanno interessato la Red Bull in Malesia? “Approvo l’uso intelligente degli ordini di squadra, e con questo mi riferisco a quelle decisioni prese nei momenti chiave della stagione, non nella seconda gara del Mondiale. Devono essere fatte con in mente il bene della squadra. Ho aiutato molti piloti, per esempio Kimi quando ha vinto il titolo con la Ferrari. E anche l’anno scorso con Fernando, quando era in lotta per il Mondiale. Non ho problemi con gli ordini di scuderia che rispondono a tali criteri”.

Nessun commento:

Posta un commento