Translate

mercoledì 17 aprile 2013

GROSJEAN "SENTE" IL FIATO DI VALSECCHI


(17/4/2013) – Non deve essere esattamente un felicissimo compleanno, sportivamente parlando, per Romain Grosjean. Il pilota francese della Lotus, che oggi compie 27 anni, è reduce dai primi tre gran premi nei quali ha raccolto un decimo (Australia), un sesto (Malesia) e un nono posto (Cina) che lo relegano in nona posizione di classifica assoluta con 11 punti, staccato di 38 lunghezze dal ben più performante compagno di squadra Kimi Raikkonen. Tutto questo, disponendo della Lotus E21 che si sta dimostrando macchina azzeccata e competitiva, al momento assolutamente in grado di competere e insidiare Ferrari e Red Bull. La situazione in F.1 evolve rapidamente: la Catheram, a corto di risultati, ha richiamato per ora come tester Kovalainen. Alla Lotus dispongono di un talento come Davide Valsecchi che anche nei test collettivi di Barcellona a marzo – chiamato in extremis per sostituire l’indisposto Raikkonen – ha dimostrato di avere il “piede” giusto. 
Valsecchi parlotta con Bouillier
E’ da aggiungere che però Romain gode (e fa godere la Lotus) dell’appoggio della Total ma certo deve invertire il trend negativo. Per ora, nulla a che vedere con le potenzialità del mezzo e di quelle da lui stesso sciorinate di questi tempi un anno fa. Nel 2012 in Bahrein, prossima gara, salì addirittura sul podio, ottimo terzo. In Cina è stato in ombra: “Tutto il fine settimana ho faticato a trovare il giusto equilibrio. Partendo sesto, pensavo di avere buone possibilità di arrivare tra i primi cinque. Mi sono ritrovato dietro Kimi ma le gomme hanno cominciato a decadere e poi sono rimasto bloccato nel traffico, il che non ha aiutato. Ho dato tutto quello che potevo ma potevo di più: ho ancora da lavorare per cercare di sfruttare al meglio la macchina”. A Shakir, per lui, è già tempo di esami: “Sto spendendo un sacco di tempo con gli ingegneri: la priorità è trovare il feeling con la macchina. Voglio lottare per il podio e trovare la velocità ho fatto vedere l'anno scorso . Il Bahrein sarebbe il posto ideale per iniziare ad ottenere punti buoni o anche un ritorno al podio. Sono già stato veloce lì, quindi non c'è alcun motivo per cui non si possa fare nuovamente”. Buon compleanno e buona fortuna!

Nessun commento:

Posta un commento