Translate

lunedì 8 aprile 2013

FUOCO DEL SUD. A nemmeno 17 anni il pilota cosentino del Ferrari Driver Academy impressiona nella F. Renault Alps a Vallelunga


(8/4/2013) - C’è un Italia (del Sud) che scalpita, negli abitacoli delle formule minori. Se Raffaele Marciello ha timbrato per primo il cartellino nell’European FIA F.3 domenica scorsa, questa volta a suonare la campanella (d’allarme per gli altri) è stato Antonio Fuoco nella prima prova della F. Renault Alps a Vallelunga. Segni comuni: della scuderia Prema Power Team, del programma Ferrari Driver Academy. All’esordio nella categoria, Fuoco mette in saccoccia un secondo tempo in qualifica, il secondo posto in Gara 1 e la vittoria nella corsa finale ed è già al comando del campionato con 43 punti. Angelo Rosin, che ne ha visti di pilotini alle prime armi, riscopre la meraviglia: “Se da Bonifacio e Ghiotto era poi lecito aspettarsi risultati importanti, sono piacevolmente sbalordito da quello che ha saputo fare nel corso dei tre giorni, tra prove libere, qualifica e gare, il debuttante Fuoco. Mi ha veramente impressionato". Lui realizza di aver fatto qualcosa di veramente positivo:“Non potevo chiedere molto di più a questo weekend! Sarei stato comunque molto contento di essere riuscito a salire sul podio e invece ho potuto festeggiare dopo poche ore il mio primo successo nella categoria e la leadership di campionato. In gara-2 sono stato fortunato a cogliere l’opportunità di passare al comando e da quel momento ho pensato a non commettere errori e a concludere una corsa che da quel punto mi è sembrata lunghissima. Una giornata come quella di oggi non premia solo il mio lavoro, ma quello di tutte le persone che mi hanno dato un grandissimo aiuto, senza il quale oggi non avrei raggiunto questo risultato. Devo molto al team Prema e a tutto l’organico della Ferrari Driver Academy, con cui ho lavorato a stretto contatto in tutti i mesi invernali. Un saluto e un ringraziamento speciale va anche agli amici arrivati da Carati per supportarmi. Vederli sotto il podio è stato un ulteriore motivo di soddisfazione”. 

Cosentino, nato il 20 maggio del 1996, Fuoco è stato un kartista di ottimo livello, e proprio le performance ottenute lo scorso anno nella categoria KF2 hanno attirato l’attenzione di Luca Baldisserri, responsabile del programma FDA, che lo ha inserito nel gruppo di piloti dell’Academy: “Antonio ha saputo cogliere la chance che gli è stata offerta in Gara 2, dimostrando molta freddezza e concludendo un weekend in cui ha offerto un’ottima prova complessiva. Sappiamo che c’è ancora del lavoro da fare, visto che parliamo di un ragazzo di soli sedici anni, ma sono certo che questa partenza sarà una grande spinta positiva in vista dei prossimi impegni”. Dopo i primissimi test al volante di una Formula Abarth,  per prendere ulteriore confidenza con le monoposto, Antonio ha accettato di disputare negli Stati Uniti la Winter Series della PanamGP con monoposto di Formula Abarth: Homestead (quinto e terzo) e Palm Beach (primo e secondo), entrambe con la formula della doppia-gara. La “scuola” evidentemente è servita e da ora si fa veramente sul serio, comprese alcune gare nell’Eurocup Renault.

Nessun commento:

Posta un commento