Translate

venerdì 15 marzo 2013

MARUSSIA, PIU' RUSSIA IN F.1


(15/3/2013) - A Melbourne, ovviamente, tutti gli occhi sono puntati in particolare su Red Bull, Ferrari, Mercedes e Mc Laren. Allora è il caso di accendere un riflettore sulla Marussia, considerata da tutti come la Cenerentola della F.1 dopo il dissolvimento dell’HRT. Indubbiamente, per quest’anno l’obiettivo numero uno, non facile, è quello di battere la Catheram e le prime libere australiane infondono speranze: Bianchi (19°) ha fatto meglio di Pic e Chilton (21°) ha relegato in ultima posizione Van Der Garde. Il francesino tanto ben visto dalla Ferrari ha addirittura insidiato la Williams di Bottas: solo 310 millesimi il distacco! “La macchina ha un buon rendimento ma abbiamo un bel po’ di sottosterzo e dobbiamo migliorare”, ha detto Jules. L’altro pilota, Max Chilton, non nasconde l’eccitazione del debutto: “Il nostro obiettivo oggi è stato di imparare la pista e di raccogliere il più rapidamente possibile informazioni su macchina e gomme. Ora possiamo concentrarci maggiormente sulle prestazioni e domani avremo un’idea più chiara di dove siamo rispetto agli altri”. Vedremo domani, dunque. Il Team Principal John Boot analizza più freddamente: “Il degrado degli pneumatici sarà la vera sfida qui. Quello che posso dire è che per la squadra è un buon inizio e i piloti hanno fatto un lavoro molto importante, quindi abbiamo buone sensazioni per il prosieguo”. La Marussia sembra voler provare a resistere in questa F.1 durissima e spietata…. (CLICCA SU CONTINUA A LEGGERE)




Nel centro tecnico di Banbury, con il nuovo DT Pat Symonds e la collaborazione della McLaren Applied Technologies, la nuova MR02 ha preso vita finalmente con il Kers by Williams. Soprattutto, i titolari sembrano accelerare nel voler marcare l’essenza russa della del Team in vista dell’esordio del Circus nella madre Patria, sul circuito “olimpico” di Sochi. In extremis è arrivato un nuovo sponsor, la BC Liga Stavok, prima società russa di scommesse, che aveva unito il suo nome alla scuderia già al Moscow City Racing dell’anno scorso. “Per la prima volta nella storia di questo sport abbiamo una società russa che sponsorizza una squadra russa”, ha detto orgoglioso Oleg Zhuravsky, Presidente Onorario della società. Andy Webb, CEO della Marussia F1 Team è il più chiaro: “In attesa del primo GP di Russia, il sostegno per la nostra squadra e il nostro sport è in rapida crescita. Non vediamo l’ora di portare più F1 in Russia e più Russia in F1”. 

Nessun commento:

Posta un commento