Translate

mercoledì 20 marzo 2013

HONDA, DAL WTCC VERSO LA F.1. Domenica a Monza parte la nuova sfida


(20/3/2013) - Si fa un gran parlare dell’imminente, o quasi, rientro della Honda in F1. Questa volta, dopo il ritiro della scuderia nel 2009, solo in qualità di fornitore del nuovo motore turbo 1.6 che andrebbe alla Mc Laren, prossima orfana del Mercedes e storico partner dei giapponesi negli anni d’oro di Senna. Non so se l’eventuale mono-fornitura, a fronte dei tre team a testa da parte degli altri motoristi (Cosworth pare prossima a lasciare), possa costituire un vantaggio o meno, ma questo si vedrà. Intanto, da domenica la Honda torna in gioco con grandi ambizioni nel WTCC, il Mondiale Turismo, gara inaugurale a Monza. La macchina è una Civic, equipaggiata con un 1,6 litri 4 cilindri a iniezione diretta con turbocompressore a benzina, affidata alle cure dell’ italiana Jas Motorsport. Ricordo che uest’anno il propulsore asiatico è ancora protagonista in IndyCar dove sette squadre e undici macchine saranno dotate del 2.2L V6 turbo HI13RT. Fresca esperienza sui turbo quindi non manca. Honda vuole vincere e si propone quando è sicura di competere per il risultato massimo. Il reparto R & D non lesina sforzi e il WTCC non fa eccezione. “Sappiamo che sarà molto difficile per un nuovo arrivato vincere subito il campionato – dice Alessandro Mariani, Team Principal di JAS Motorsportma questo è il nostro obiettivo”. Piloti saranno l’inossidabile e pluricampione Gabriele Tarquini e Tiago Monteiro (una terza Civic privata, guidata dall’ungherese Norbert Michelisz sarà schierata dalla Zengo Motorsport). “La prima gara sarà molto importante per la Honda. – dice il 51enne pilota abruzzese - Mi aspetto accadano molte cose nel corso della stagione, ma se tutta la squadra fa uno sforzo e tutto va bene, sarà possibile vincere il titolo. Farò del mio meglio per raggiungere questo obiettivo. "

Nessun commento:

Posta un commento