Translate

venerdì 22 marzo 2013

AGOSTINI DEBUTTA IN AUTO GP. A Monza c'è anche Karthikeyan!



(22/3/2013) - A Monza sono in corso le prove libere del primo appuntamento del campionato AutoGp. Alle 16.15 le qualifiche, domani Gara 1 (14.05) e domenica Gara 2 (11.35). In pista 15 i piloti, suddivisi in 8 squadre, a bordo delle monoposto evolute – con la consulenza dell’ingegner Enrique Scalabroni, ex Ferrari - messe a disposizione dall’organizzazione abilmente guidata da Enzo e Paolo Coloni. La serie si è ritagliata un suo spazio importante nel panorama internazionale e non è mai male ricordare quale trampolino di (ri)lancio è stato per Romain Grosjean trionfatore nel 2010 e oggi alla Lotus. Alla vigilia dell’appuntamento monzese è arrivata la notizia del coinvolgimento da parte della Zele Racing di Narain Karthikeyan, il pilota indiano rimasto appiedato dopo il ritiro dalla F.1 della HRT. “Ho deciso di accentare l'invito di Michael, che mi permetterà di continuare a guidare una monoposto di alta potenza, ampiamente rimaneggiata per il 2013, tanto che si parla di tempi in linea con le altre categorie a ruote scoperte”. 
Un motivo in più di visibilità per il campionato e certamente un “overboost” di entusiasmo per i partecipanti più giovani che vorranno “dare la paga” al blasonato driver. Tra questi, voglio segnalare il ventenne Riccardo Agostini, padovano come l’altro Riccardo veneto, Patrese, e campione italiano di F.3 (dopo la sofferta decisione del TNA). Il suo grande rivale 2012, Eddie Cheever è approdato nel FIA F.3, lui ha pianificato un percorso diverso con gli olandesi della MP Motorsport : "Sono soddisfatto di aver raggiunto un accordo biennale con loro che mi permetterà di maturare l’esperienza necessaria per affrontare la GP2, serie che dal 2014 vedrà al via le nuove monoposto, da sempre riconosciuta come passaggio obbligato per la F.1.” Riccardo ha già assaggiato la Gp2 avendo partecipato ai recenti test collettivi di Barcellona sulla monoposto della Hillmer. E’ dunque un pilota sotto osservazione e se si considera che è solo alla sua quarta stagione (2 anni in F.Abarth, uno in F.3 italiana) è già molto avanti e in AutoGp  non deve sbagliare. "L’obiettivo è quello di prendere confidenza con una vettura potente, molto più potente della F.3, lottando per la conquista del titolo in un campionato internazionale particolarmente selettivo, che vede al via squadre di primo piano”. Il calendario 2013 della AutoGp si articolerà su 8 round in sette differenti Paesi. Dopo Monza, è in programma l’esotica tappa sul circuito cittadino di Marrakech il 7 aprile, per poi spostarsi all’Hungaroring il 5 maggio, Silverstone (2 giugno), Zandvoort (7 luglio), Nurburgring (8 agosto), Donington (1 settembre) e infine Brno (6 ottobre).

Nessun commento:

Posta un commento