Translate

lunedì 4 febbraio 2013

WSK MASTER SERIES, PARATA DI MINI CAMPIONI A MURO LECCESE (BIG VERSTAPPEN E C'ERA LANCE STROLL!)

Max Verstappen, figlio di Jos, in azione sul circuito La Conca
(4/2/2013) - Odore di futuri campioni a Muro Leccese. Sul circuito La Conca, in occasione del primo appuntamento della WSK Master Series, si sono visti all’opera figli d’arte e non che nei prossimi anni passeranno dai kart alle monoposto e tenteranno di arrivare alla F.1. Vediamo un po’.
Lance Stroll
Nella KF francesi in gran spolvero. La Superpole di Armand Convers (Kosmic-Vortex-Vega) non è bastata. La Finale, iniziata nel segno del polacco Basz (Tony Kart-Vortex-Vega), poi ritiratosi a due giri dal termine col motore rotto, ha visto Daniel Boccolacci (F - Energy-TM KF), vincitore davanti a Convers. Per il terzo posto, Lance Stroll (Zanardi-Parilla-Vega) è riuscito a prevalere sul britannico Ben Barnicoat (Art GP-TM-Vega). Sì, proprio quel Lance che la Ferrari nel 2010 annunciò a sorpresa di voler allevare ritenendolo un potenziale campione. Figlio di un socio dello stilista Ralph Lauren, è nato a Montreal il 29 ottobre del 1998: una scommessa che può ricordare, in qualche misura, quella fatta dal Drake con un altro canadese: Gilles Villenueve.
IN KZ2 Max Verstappen (CRG-TM-Dunlop) non ha avuto rivali vincendo Finale 1 e 2. Gli avversari più agguerriti del giovane olandese figlio di Jos sono stati il trevigiano Paolo De Conto (Birel-TM-Dunlop) e il ceko Patrik Hajek (Praga-Parilla-Dunlop), che hanno concluso nell’ordine a podio dopo aver seguito il leader per l’intera distanza.
In KF Junior il 14enne di Salò (BS) Alessio Lorandi (Tony Kart-Vortex-Vega) ha dettato legge mentre infuriava la lotta per la piazza d’onore tra il lussemburghese Max Defourny (Kosmic-TM-Vega), Norris e il suo connazionale Max Fewtrell (FA Kart-Vortex-Vega). Più problematico l’approccio di Giuliano Alesi (Intrepid-TM-Vega), figlio del ben più noto ex ferrarista Jean, che però non mancherà di crescere grazie ai preziosi consigli del premuroso papà.
La lotta accesissima infine tra lo spagnolo Eliseo Martinez (CRG-LKE-Le Cont) e il napoletano Francesco Pagano (Top Kart-Parilla-Le Cont), ha tenuto banco nella seconda metà della finale 60 Mini, con la vittoria finale andata invece al giovanissimo pilota indiano Kush Maini (Tony Kart-LKE-Le Cont), primo successo per un pilota del suo Paese in un weekend internazionale di Karting.

Nessun commento:

Posta un commento