Translate

giovedì 28 febbraio 2013

SERBIA, GRANDI PROGETTI PER LA F.1



(28/2/2013) - C’è un fantasma che aleggia sul Circus della F.1. E’ Zoran Stefanovic, il magnate/ingegnere serbo che, ricorderete, nel 2010 fu ad un passo dall’ingresso nel dorato mondo della massima formula automobilistica dopo aver rilevato il materiale dismesso dalla Toyota – ed aver anche stipulato un rapporto di consulenza con i giapponesi – e iscritto il team Stefan GP, con sede logistica a Belgrado, al campionato. Gli vennero preferiti Campos, USF1 e Virgin e tutti sapete come è finita per loro. Ebbene, il sogno di un team serbo in F.1 – perché di questo si tratta – forse non è tramontato perché Stefanovic starebbe ancora cercando la porta giusta per fare il suo ingresso. (CLICCA SU CONTINUA A LEGGERE)



In quel convulso 2010 Kazuki Nakajima, figlio di Satoru e pupillo Toyota, arrivò perfino a provare la monoposto di rosso verniciata – l’altro pilota sarebbe stato Jacques Villeneuve – ma alla fine non se ne fece niente, con inevitabile strascico polemico. Le intenzioni sembrarono ancora più serie quando fu diramata la notizia con tanto di foto del’avvenuto accordo con la AMCO Corporation e il sindaco di Stara Pazova (25 km da Belgrado) per la costruzione dello Stefan Technology Park, una struttura con tanto di circuito da 3,5 km, che avrebbe costituito la sede all’avanguardia del team serbo. “È la prova che vogliamo porci seriamente come un’azienda ad alta tecnologia e che intende gareggiare in F1 a lungo”, dichiarò allora Stefanovic.  Oggi, intanto, è registrato sul web il dominio www.stefanF1.com, anche se annuncia solo “sito in costruzione” (tra l’altro in  rete c’è un blog dedicato e un riferimento su Facebook). Poi, sempre cercando in rete, si apprende dal sito serbo www.kurir-info.rs (titolo: “Serbia vicina alla F.1”) che l’anno scorso, uscito dalla porta, Stefanovic avrebbe provato ad entrare dalla finestra contattando Paolo Coloni, in occasione della trasferta ungherese della GP2, per trattare l’acquisizione della scuderia umbra che aveva annunciato il ritiro dal campionato propedeutico alla F1. Le trattative, a quanto si legge, erano però già allargate ad altri interessati anche se, si precisa ancora nell’articolo, Coloni avrebbe sottolineato “la maggiore specificità” dell’offerta di Stefanovic. Ora, sempre dalla GP2 arriva l’annuncio dell’abbandono della iSport, team inglese vincitore nel 2007 con Glock, già in contatto con possibili acquirenti: ci riproverà l’insondabile Stefanovic? 



Nessun commento:

Posta un commento