Translate

lunedì 18 febbraio 2013

FERRARI, IERI OGGI DOMANI

(18/2/2013) Oggi è un giorno sempre importante per Modena e per tutto il mondo dei motori. Ricorre il 115° anniversario della nascita di Enzo Ferrari. La sua storia è patrimonio della Nazione, i risultati di un’avventura unica sono forse irripetibili. Per celebrare tutto questo,  il Museo casa Enzo Ferrari – che si avvicina al primo anno di vita, il 10 marzo prossimo – ha organizzato l’iniziativa “Emiliani grandi sognatori”. Alle 18, presso la sala Eventi, ne parleranno Piero Ferrari, Vice Presidente Ferrari S.p.a. e Presidente Onorario della Fondazione Casa di Enzo Ferrari, Mauro Tedeschini, Presidente della Fondazione Casa di Enzo Ferrari e Leo Turrini, giornalista. Nell’occasione sarà presentato anche il volume “Enzo Ferrari. Storia e Glorie dell’Automobilismo Modenese”, dedicato ai contenuti permanenti del Museo, a cura di Aldo Zana con il contributo di Leo Turrini, Adolfo Orsi, Raffaele Gazzi e Sandro Grimaldi, e inoltre, per raccontare ai più piccoli gli esordi della straordinaria vicenda del costruttore modenese, sarà proiettato un originale filmato d’animazione nella stanza dedicata al Cavallino.

Nella stessa giornata di oggi, intanto, a Maranello il CdA della Ferrari, alle 15.30, esamina il bilancio 2012. La Casa del Cavallino continua a macinare utili espandendosi su nuovi mercati. L’ultimo CdA dello scorso mese di novembre, segnò l’ingresso a sorpresa di  Eddy Cue, Senior Vice President Internet Software e Service di Apple, laureato in Computer Science and Economics alla Duke University. “La sua profonda esperienza nel dinamico e innovativo mondo di internet ci sarà di grande aiuto”, disse allora il Presidente Montezemolo. Lui si limitò a dire: “E’ da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualità ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi”. Magari oggi sarà l’occasione per capire meglio il suo apporto.
Intanto, la Rossa continua a mietere riconoscimenti. Nel concorso “Best Cars” 2013 indetto dalla rivista specializzata francese L’Automobile Magazine, sono stati vinti due premi: la 458 Spider è stata eletta “Best Cabriolet”, mentre la F12berlinetta “Best Coupé”. (SU CONTINUA A LEGGERE IL COMUNICATO STAMPA INTEGRALE POST CdA DI OGGI)

Eddy Cue componente del CdA Ferrari

Maranello, 18 febbraio 2013 – Il 2012 della Ferrari è stato un anno record, il migliore in 66 anni di storia. A sancirlo è stato il Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda, riunitosi oggi sotto la Presidenza di Luca di Montezemolo per esaminare i dati di chiusura.

Tutti i principali indicatori economici hanno superato i limiti stabiliti nel 2008, nonostante lo scenario economico mondiale decisamente peggiorato.

Sono state 7.318 le vetture consegnate alla rete (+4,5% rispetto al 2011) mentre il fatturato è stato di 2,433 miliardi di Euro (+8%).

Crescita del 12,1% per il risultato della gestione ordinaria, arrivato a quota 350 milioni di Euro - con un utile netto che sfiora i 244 milioni di Euro (+17,8%) e un ROS (Return on Sales) che si conferma con il 14,4% ai livelli delle migliori aziende del settore del lusso.

Lo scenario è poi completato dai significativi investimenti effettuati negli ultimi dodici mesi, che, includendo la Ricerca e Sviluppo portata a conto economico, raggiungono complessivamente la cifra di 324,3 milioni di Euro (erano 280 milioni di Euro nel 2011). Si tratta di un valore totalmente autofinanziato anche grazie alla grande capacità dell’Azienda di generare cassa, tendenza in atto da tempo e confermata anche per il 2012 con una posizione finanziaria netta di oltre un miliardo di Euro.

“E’ motivo di grande orgoglio per tutti noi chiudere un anno con simili risultati, pur in presenza di un contesto non certo favorevole in tanti Paesi europei se non addirittura ostile, come nel caso dell’Italia » - ha detto il Presidente Luca di Montezemolo – “Il merito va alle donne e agli uomini della Ferrari, alla forza del Marchio, a una gamma innovativa e completa, a forti investimenti tecnologici e a un’espansione controllata nei mercati automobilistici mondiali”.

I risultati 2012 sono in linea con il piano di distribuzione geografica delle vendite, in una suddivisione paritaria fra America, Asia e Europa con Medio Oriente. Per rafforzare ulteriormente la propria presenza sui diversi mercati, la Ferrari ha varato una nuova organizzazione commerciale, fondata su quattro centri di coordinamento: America, Europa e Medio Oriente, Grande Cina, Estremo Oriente.

Record di vendite negli USA dove sono state superate per la prima volta le 2000 consegne, con un aumento del 14,6% (2.058 incluso il Canada).

In Europa molto bene la Gran Bretagna che cresce del 20,4% (673 vetture), la Svizzera (+17,4%, 357), e la Germania (+8,2%, 750), che si conferma il mercato più importante nel Vecchio Continente, con gli altri principali Paesi che chiudono in linea con il 2011.

Di segno totalmente opposto il risultato italiano: pur comportandosi meglio della media del settore, che ha registrato un calo del 60%, la Ferrari ha chiuso lo scorso anno con 318 consegne alla rete, -46% rispetto al 2011.

Nell’area Medio Oriente e Africa prosegue il trend positivo, con un incremento del 4,5% che fa arrivare a quota 556 il numero di vetture consegnate.

La Grande Cina (Repubblica Popolare Cinese, Hong Kong e Taiwan) si conferma il secondo mercato con il record di 784 vetture consegnate (+4%), di cui quasi 500 nella sola Cina. Significativo il ritorno alla crescita in doppia cifra (+14,4%) di un mercato storico come il Giappone, dove sono state consegnati 302 esemplari.

Ottimi anche i risultati delle attività legate al Brand (Retail, Licensing ed E-commerce), profondamente riorganizzate nel corso dell’ultimo anno, che complessivamente hanno registrato un incremento del margine operativo del 40% superando i 50 milioni di euro.

Il Retail è cresciuto del 5%, grazie anche ad un nuovo concept di arredo che sarà esteso a oltre cinquanta negozi monomarca diffusi in tutto il mondo.

Importante crescita del Licensing, (+22%), mentre il fatturato dell’e-commerce ha superato i sette milioni di Euro (+31%). Eccellente la presenza Ferrari sui canali web e sui social network (oltre dieci milioni di fans su Facebook).

Sul fronte delle sponsorizzazioni della Formula 1 va segnalato l’arrivo del primo partner cinese – Weichai Power, azienda del Gruppo industriale Weichai, uno dei più importanti in Cina – e il rafforzamento del legame con Aziende leader mondiali nei rispettivi settori di attività come Hublot, Kaspersky Lab e TNT.

Nessun commento:

Posta un commento