Translate

giovedì 31 gennaio 2013

PIEDONE GIOVANARDI: "ATTENDO PROPOSTE SERIE"


(31/1/2013) - E’ bastato l’annuncio della partecipazione della Petri Corse al prossimo campionato Superstars con una Porsche Panamera per far rimbalzare da tutte le parti il nome di colui che quella vettura, allora messa in pista dalla NTechnology, portò al debutto nella stessa serie e a 4 fantastiche vittorie: “Piedone” Fabrizio Giovanardi. D’obbligo, allora, sentire dal diretto interessato se siamo alla vigilia di un suo ritorno in pista dopo l’apparizione flash lo scorso anno alla 24 Ore del Nurburgring con la speciale Ferrari P4/5. “Non so nulla – mi dice subito – né sono stato contattato da nessuno. Se c’è interesse, ben vengano!”. E’ vero che il grande Fabrizio oggi ha 47 anni, ma nella categoria Turismo non mi sembra un problemone e d’altronde la voglia c’è ancora. “Eccome se c’è, l’età non conta”, mi conferma in maniera energica. E poi stiamo parlando di un campionissimo plurititolato con esperienza formidabile, monoposto comprese (cominciò sui kart 30 anni fa, anzi 31 mi corregge!).
Ma ti interesserebbe correre in Superstars?
Certo, mi solletica, sarebbe ottimale. E’ un campionato che ho lasciato in grande crescita nel 2010 e oggi cresce ancora. Molto ben organizzato, con piloti di ottimo livello.
Ma perché non ebbe seguito il discorso Panamera, tra l’altro dopo 4 vittorie a ripetizione?
Perché l’operazione non riscosse l’interesse diretto della Porsche che, anzi, remò contro. C’erano difficoltà nel varare un investimento del genere.
Nel 2011 hai vinto l’ETCC con una Honda Accord. Honda che quest’anno torna nel WTCC: hai avuto contatti?
Sì, ma Gabriele Tarquini ne aveva di più antichi ed era in predicato per quel volante. Se la Seat non si fosse disimpegnata Gabriele sarebbe rimasto con loro e io ora sarei al posto suo. Né era possibile schierare due italiani per cui l’altro volante è andato a Monteiro.
E allora? Magari intanto ti rivediamo in Australia alla 12 Ore di Bathurst, a febbraio.
Non credo, non avrebbe senso una partecipazione sporadica.
Possibilità con le vetture del Gruppo Fiat: Maserati, Ferrari?
Proprio no, lì c’è la coda. Ci sono piloti, anche blasonati, talmente affamati da essere disposti anche a vendere l’anima per un volante.
Insomma, tu cosa ti proponi? Saresti disposto a trasferirti fuori dall’Europa?
Guarda, se ne vale la pena sì. Ma deve essere una proposta davvero interessante: io voglio continuare a fare il professionista e non devo presentarmi a nessuno. Finora ho ricevuto solo offerte davvero inascoltabili. 

Nessun commento:

Posta un commento