Translate

lunedì 14 gennaio 2013

NINO FAMA', DALLE PISTE AGLI ELICOTTERI


Nino Famà, ve lo ricordate? Nato sui Sidercarcross (3 volte campione italiano) è stato poi campione italiano di F. Fiat Abarth (1983) e campione italiano di F.2000 (1991 e 1994). Fino al 2008 ha partecipato a vari Campionati Italiani e Europei, poi anche come team manager della sua squadra che ha sede in Emilia, a Solignano di Castelvetro, vincendo sei campionati, tra i quali la Superformula (1997). Indimenticabile e fortunatissima l’esperienza nell’Open Fortuna by Nissan (2 volte vice-campione 1998-1999)  L’ultima esperienza nei campionati basati sulla Lola F.3000 (ha lanciato l’italo-olandese Nicky Pastorelli). All’improvviso, la decisione di lasciare le corse, stanco di avere a che fare con sponsor e piloti sempre più difficili a fronte di costi in crescita esponenziale, e dedicarsi anima e corpo agli amati elicotteri! Sì, nel 2009 ha varato la Famà Helicopters e progettato e realizzato (quasi interamente nel suo stabilimento) il modello Kiss 209M. Un progetto nato da lontano: quello del volo, insieme ai motori, è la grande passione di Nino, sviluppata grazie ad anni e anni di esperienza nell’aerodinamica e nella costruzione di componenti meccanici di alta tecnologia. Il suo elicottero è un ultraleggero con carrello retrattile e motore turbina, ampio vano portabagagli, autonomia di 3 ore più un ulteriore ora installando il serbatoio supplementare, velocità 185 Km/h. Tutto in fibra di carbonio con componenti principali meccanici monitorati elettronicamente. Tali caratteristiche, unite ad un prezzo competitivo, stanno fornendo buone soddisfazioni all’ex mattatore delle piste. Ah, perché progetto Kiss? Sta per  “Keep Is Stupidly Simple(questo è stupidamente semplice).


Nessun commento:

Posta un commento