Translate

lunedì 21 gennaio 2013

F.1/ PIRELLI RIMESCOLA GOMME E CAMPIONATO


La Ferrari svelerà l’1 febbraio la nuova monoposto (sarà anticipata dalla Mc Laren di un giorno). Come noto, il presidente Montezemolo ha chiesto una Rossa subito competitiva e soluzioni innovative, “creative”, per battere senza indugi la concorrenza.  Almeno per quest’altro anno, prima dell’avvento dei motori turbo, è chiaro a tutti che sarà l’aerodinamica a decidere le sorti del campionato. Alla galleria del vento di Colonia si lavora a pieno ritmo e, non a caso, a Maranello non hanno lesinato quanto ad acquisti di tecnici d’esperienza nel settore provenienti da team inglesi. Ok, bisogna tentarle tutte. Ma c’è un ma… Dopodomani, 23 gennaio, la Pirelli presenterà nel suo Centro Ricerche a Milano i programmi sportivi 2013 ed è già stato annunciato un cambiamento. “Una sorpresa o due”, ha anzi detto Paul Hembery responsabile Pirelli Motorsport. In sostanza, verranno…rimescolate le gomme per garantire più pit-stop e quindi maggiore spettacolo. I team, al terzo anno di utilizzo delle coperture milanesi, hanno ormai acquisito esperienza e riescono a gestire bene il degrado. Pirelli allora rilancia: “Vorremmo tornare ad essere più aggressivi sulle mescole”, anticipa Maurizio Boiocchi, responsabile della ricerca e sviluppo. La domanda è: quanto questa novità potrà inficiare l’enorme lavorìo aerodinamico effettuato dalla Ferrari? Solo i primi test potranno dirlo (5-8 febbraio a Jerez). Certo, fin da ora appare chiaro che anche il muretto, Pat Fry in testa, sarà chiamato a un esame da tremarella: le strategie conteranno moltissimo, al pari della fluidità delle forme della nuova nata a Maranello

Nessun commento:

Posta un commento